RIFASAMENTO AUTOMATICO

GENERALIT

Un’apparecchiatura di rifasamento statica si differenzia dalle apparecchiature tradizionali per i seguenti elementi:

 Il regolatore di potenza reattiva ha un tempo di inserzione delle batterie molto pi veloce del regolatore tradizionale.

 Il dispositivo per l'inserzione delle batterie di condensatori di tipo elettronico a tiristori con capacit di inserire e disinserire  i condensatori al passaggio per lo zero della tensione (tecnica definita dello "ZERO CROSSING").

Il dispositivo di inserzione a tiristori statico presenta i seguenti vantaggi:

 Massima velocit nell'inserzione delle batterie di condensatori (la potenza totale viene inserita in un tempo inferiore al secondo)

 Nessuna corrente di picco sui condensatori durante la fase di inserzione delle batterie

 Nessuna tensione di picco sui condensatori durante la fase di disinserzione delle batterie

 Eliminazione dei problemi connessi all'usura dei contatti dei contattori tradizionali

 Massima silenziosit

 Manutenzione ridotta

 Maggior durata dei condensatori

 

CAMPO DI APPPLICAZIONE

 

Il rifasamento automatico ad inserzione statica particolarmente indicato per carichi variabili con estrema rapidit quali:

 Presse ad iniezione

 Montacarichi

 Motori con coppia di spunto elevata

 Motori che risentono delle cadute di tensione

 Industria automobilistica

 Stazioni eoliche per la produzione di energia

 Generatori diesel

 

QUADRI AUTOMATICI STATICI DI RIFASAMENTO

Serie

400 Vac  50 Hz 

Reattanze di blocco 180 Hz

Condensatori 550 Vac 50 Hz

THDImax < 50%

 

Serie

 

400 Vac  50 Hz 

Reattanze di blocco 180 Hz

Condensatori MFHC 460 Vac 50 Hz 3 In

THDImax < 60%

 

Altri modelli a richiesta

 

 
 

 

TENSIONE NOMINALE

La tensione nominale di una apparecchiatura di rifasamento la tensione per la quale il prodotto stato progettato ed alla quale sono riferite le tensioni di prova. Per essere in condizioni di sicurezza la tensione d’esercizio non deve superare la tensione nominale dell’apparecchiatura di rifasamento. In condizioni particolari, non previste durante la fase d’installazione, sono ammesse sovratensioni nei limiti indicati dalla tabella sottostante secondo quanto specificato dalla norma CEI EN 60831-1:

Tipo

Fattore di tensione x Un

(valore efficace)

Durata Massima Osservazioni
Frequenza Industriale 1,00 Continua

Massimo valore medio durante un qualsiasi periodo di energizzazione. Per periodi di energizzazione inferiori a 24 h si applicano eccezioni.

Frequenza Industriale 1,10

8 h ogni 24 h

Regolazioni e fluttazioni della tensione di rete.

Frequenza Industriale 1,15 30 min. ogni 24 ore

Regolazioni e fluttazioni della tensione di rete.

Frequenza Industriale 1,20 5 min.

Aumento di tensione a basso carico

Frequenza Industriale 1,30 1 min. - - -

In ogni caso il funzionamento dell’apparecchiatura di rifasamento in condizioni di sovraccarico ne provoca una riduzione della durata della vita.

 

TEMPERATURA DI ESERCIZIO

La temperatura di esercizio delle apparecchiature di rifasamento un parametro fondamentale per il loro funzionamento in condizioni di sicurezza. Di conseguenza molto importante che vi sia un adeguato smaltimento del calore prodotto all’interno della apparecchiatura di rifasamento e che la ventilazione sia tale da non permettere il superamento dei limiti di temperatura sui condensatori. In base alla categoria di appartenenza, la temperatura dei condensatori non deve mai eccedere i limiti di temperatura elencati nella tabella sottostante secondo quanto specificato dalla norma CEI EN 60831-1:

Simbolo Temperatura Ambiente
Massimo Massimo valore medio per ogni periodo di:
24 h 1 anno
A 40C 30C 20C
B 45C 35C 25C
C 50C 40C 30C
D 55C 45C 35C

In climi particolarmente caldi consigliato ventilare e/o condizionare l’ambiente dov’ installato il quadro. Il superamento della temperatura riduce la durata dell’apparecchiatura.

 

SCELTA DELL’IMPIANTO DI RIFASAMENTO IN PRESENZA DI CARICHI DISTORCENTI

La presenza in rete sempre pi consistente di convertitori statici, fonte di distorsione di corrente e tensione armonica, obbliga a valutare attentamente l’installazione degli impianti di rifasamento per non incorrere in condizioni di risonanza e di amplificazione di sovracorrenti e sovratensioni pericolose sia per i condensatori che per i carichi collegati.

La scelta dell’impianto di rifasamento pi idoneo funzione della potenza dei carichi distorcenti rispetto alla potenza apparente del trasformatore.

L’ITALFARAD propone pertanto una gamma completa di apparecchiature rispondenti a qualsiasi esigenza e in particolare l’Ufficio Tecnico a disposizione della clientela per indirizzare la scelta sulla soluzione tecnica pi opportuna.

 

ITALFARAD S.p.A.  via IV novembre, 1   40061 Minerbio   Bologna   Italy

Telefono: ++39 051 6618311   Fax: ++39 051 6605594   E-mail: italfarad@italfarad.com

Copyright 2003-2016 ITALFARAD S.p.A. Designed by Paolo Baccilieri     Webmaster: tecnico@italfarad.com